PER TUTTI I 480 ISCRITTI : da leggere senza cestinarla prima

Carissimi…

Molti di voi, hanno aderito, componendo squadre e proponendosi quali partecipanti, alla recente “SFIDA AL CASTELLO” che non è altro che una simpatica competizione, aperta a tutti, tra
amici di vecchia data o di nuova iscrizione al “gruppo”.

Desidero proprio prendere spunto da questo… per fare alcune considerazioni di carattere generale:

   Anche in occasione di questa “sfida”..(perché di questo si tratta..”tutti contro tutti” in amicizia), si sono verificate  le solite contestazioni:

            “E’ giusto lasciare aperto il duplicato (o qualsiasi altro torneo), agli angolisti?..  Saranno in buona fede le licitazioni ed i piani di gioco delle varie coppie?... O saranno, al contrario, “pilotati” da suggerimenti vari venuti dagli “astanti”o, ancor peggio, da contatti “illeciti” attraverso le varie forme di comunicazione via etere ed altro?”


  Questo è l’atroce sospetto che sembra purtroppo assillare molti di noi.

 Qualcuno mi ha proposto di impedire l’accesso a qualsivoglia spettatore…qualcun altro di prevedere pene pecuniarie (da destinare, poi in beneficenza), nei confronti di coloro che, sia nel caso di manifesta disonestà o, anche, di eccessiva ed infondata “suspicione”, vengano poi riconosciuti, in qualche modo “colpevoli”.

 Nel mio “io”, non posso concepire che ciò possa accadere…perché è al di fuori di tutte le mie interpretazioni dello “sport” (come tale), della “sana competizione”, dell’educazione personale e dell’onestà intrinseca che dovrebbe contraddistinguere ognuno di noi… Ma non per questo mi sento di escluderlo.

Ed è per questo che, dopo aver meditato molto, mi sento, in qualche modo dispiaciuta , ma, ciononostante, non mi sembra giusto debba essere io a prendere provvedimenti restrittivi verso la generalità delle persone, solo in ragione  di “sospetti” più o meno infondati, prospettati da alcuni.

          Non mi sembra giusto impedire che i componenti di una squadra, quando non impegnati nella competizione,  possano partecipare, quali meri spettatori, alle vicende dei loro compagni impegnati nel duplicato.

         Non mi sembra giusto negare    di assistere, in doveroso silenzio, agli sviluppi della gara a tutti gli amici che  desiderano tifare  o solamente partecipare ad un evento comune pur non giocando.

 Il nostro Gruppo è nato per giocare, ma soprattutto per STARE insieme e condividere momenti di vita, di gioia ed anche di dolore…Ma sempre tutti uniti.


Mi rendo conto che non potrò essere io ad evitare qualsivoglia comportamento scorretto al tavolo di gioco…(N.B. ho detto “gioco”! E cosi dovrebbe essere), ma parimenti vorrei invitare ognuno di voi ad una riflessione che ho già avuto modo di sollecitarvi già per il passato, ma “repetita juvat !”.. Perciò mi ripeto e mi scuso con gli amici che hanno già avuto occasione di leggermi e di essere del tutto d’accordo con me:

 Il nostro Gruppo è nato con la denominazione “Gli Amici di Rosalba che giocano ANCHE a Bridge”…

E nelle parole “amici” ed “anche” è in pratica racchiusa la filosofia che dovrebbe contraddistinguere il Gruppo stesso:

“AMICI”: un amico non verrà MAI meno al dovuto rispetto verso gli altri…e  si comporterà    sempre in modo leale e corretto,  sia nel gioco che nel linguaggio e nel modo di proporsi.. Solo cosi potrà aspettarsi un analogo comportamento da parte di tutti.

“ANCHE”: Identifica tutte le cose per le quali non mi stancherò mai di combattere…e che vorrei esistessero nel mondo in cui viviamo: solidarietà, amore per il prossimo, lealtà, comprensione,tolleranza, condivisione, partecipazione.

 Abbiamo fatto molto con questo Gruppo (ormai annovera più di 480 iscritti..e ne sono fiera), soprattutto per coloro che ne hanno più bisogno come per esempio,aiutare un bambino russo abbandonato dai genitori.. aiutare  Paolo (un ragazzo rimasto orfano dopo il terremoto dell’Aquila), dedicare targhe e corone di fiori ai famigliari di amici che non sono più tra noi, devolvere il ricavato dei tornei a favore di istituzionI quali TELETHON, per ultimo e, non ultimo il terremoto di Haiti.

 Questo si può fare solo attraverso un comune intento ed una comune amicizia, solidarietà , comprensione,  e voglia di fare.


 Io da tempo rinuncio al compenso, che mi “elargisce” BBO, quale direttore dei tornei, nell’intento   di “dare un senso” (al di fuori del gioco) al nostro sodalizio, aiutando ,con quanto rimane dopo aver defalcato i premi destinati ai vincitori e sempre a nome del Gruppo ( non mai personale), chicchessia che di volta in volta ne abbia bisogno…


 Ed è solo attraverso la vostra disponibilità e vicinanza che questo progetto può essere attuato.         

                                                                                                                                   

Siamo persone adulte, coscienti e sicuramente più benestanti di molti altri che non dispongono neppure di quanto loro basti per vivere.

 Vi prego… Non roviniamo tutto lasciandoci trasportare da istinti negativi verso altrui comportamenti (siano essi sospetti od interpretati) e cerchiamo di essere sereni verso il nostro prossimo, accordandogli quella fiducia e rispetto che da esso “pretendiamo”.


 Grazie per avermi ascoltato.

 Con affetto e stima.

Rosalba

 

           

           

             

             

 

 

 

Visualizzazioni: 335

Rispondi

Risposte a questa discussione

Cara Rosalba
parole giuste e chiare purtroppo "alcuni ma forse troppi" pur di primeggiare non sanno
cosa significhi "GIOCARE IN AMICIZIA" per divertimento
Grazie per il tuo impegno
bruno
Cara Rosy condivido con quanto scritto nn posso credere che ci siano persone così disoneste fra di noi, siamo tutti grandi e vaccinati avrei voluto partecipare anchio ai vs/ dupli, ma nn sempre mi posso connettere la sera x questo ho rinunciato. Prosegui nel tuo cammino sei forte un bacio a te ed un saluto ai miei 480 amici liliana
Purtroppo a ogni campionato capitano certe cose dobbiamo averci fatto il callo siano 480 e sarebbe utopia dire che siamo uttti perfetti:Per stemperare viracconto quello che mi è capitato mentre facevo 1 torneo turco:mi arriva telefonata attacca fiori,ma chi doveva attaccare era mio compagno ridevo da sola.
cara rosalba condivido ciò che tu oggi hai voluto ricordarci ed apprezzo la tua sensibilità .Da "tecnico " e non politico aggiungo che il comportamento così scorretto non è altro che indice di immaturità ed insicurezza e come tale patologico che và a scapito pure dell'immagine di tutto il gruppo.....Possibile sia per alcuni così difficile accettare di perdere un duplicato ????? a tutti piace vincere ma con le proprie capacità ; per queste persone che valore ha la vittoria ottenuta con l'imbroglio,perchè in termini concreti di questo si tratta..........IMBROGLIO. I gioco male e mai ho detto e creduto il contrario,mi piacerebbe migliorare e quando ottengo buoni risultati (strano a dirsi ma capita pure a me )ne vado fiera,mal sopporto l'aria di sufficienza con cui presunti esperti o avanzati trattano giocatori come me,ma ti assicuro che preferisco continuare a passare per "capra" piuttosto di stare al loro tavolo avendo magari il sospetto che la tecnologia sia il loro miglior alleato.Questo clima certamente non favorisce lo sviluppo dei principi a cui tu ed altri amici vi siete ispirati per fondare il gruppo. è un fenomeno presente un pò dapertutto ma ciò non lo rende meno odioso e capisco la tua difficoltà nel dover gestire tale problema e ti sono solidale.......io non partecipo più attivamente alla vita del gruppo per vari motivi personali ciò non toglie che mi senta parte del club e come tale abbia sentito la necessità di esprimere la mia opinione. ti chiedo scusa per aver impegnato il tuo tempo e quello di chi mi leggerà....ti rinnovo gli auguri più sinceri per una tua rapida totale guarigione e perchè tu possa mantenere tutta la vitalità dimostrata fino ad ora nel guidare il club
perfettamente d'accordo , dovrebbe essere un gioco fra amici, soltanto questo, ma purtroppo nn tutti la pensano alle stessa maniera ciao
sono daccordo con te ,grazie ROSALBA parole giuste un smakkkkkkk roberta
Rosalba concordo totalmente con la tua filosofia, DEVE restare solo un gioco.... e pazienza se qualcuno non la pensa così Francesca
Cara Rosalba hai scritto tutto quello che doveva essere scritto sull'argomento non credo che si possa essere piu' chiari nell'esprimere i principi fondamentali del Gruppo.-
Calpestare i concetti di amicizia e rispetto verso gli altri rendono nullo il piacere di appartenere al gruppo.
Mi auguro che l'atmosfera da te creata continui a prevalere su certi comportamenti ,per fortuna ,al momento isolati.-
gigi
chiedo scusa al grande maestro
gigi
Allegati:
.. e le scorrettezze ( che ribadisco per me non esistoneo tra noi "anche"bridgisti anche"amici " ) nei tornei ed in bbo in genere ?
Allora non giocate mai in bbo !! Ma neanche ai circoli senza il siparietto !!!!
.. Divisorio che, mi pare di rammentare, fu inventato contro gli italiani campioni del mondo .. che continuano ad esserlo alla grande !!!!
.. e poi sposo la tesi che mi alleno a giocare il bridge contro opps formidabili e mi diverto ,,
.. e comunque, che io sappia gli eventuali abusi sono segnalati e controllati ..
.. e se qualcuno è plurisegnalato e quindi pluricontrollato non starebbe di certo tra di noi
nel gruppo in quanto tutti i Direttori e lo staff sono amici in contatto continuo con Rosalba che prenderebbe immediati provvedimenti senza neanche mettere i manifesti lol lol

R:)salba in gambaaa !!!! Nel vero senso della parola è una allusione piena !!!! Torna a bailar !!!!

~ ci@ö ~ ci@:) ~
sono d'accordissimo con te, e poi che gusto c'è a vincere in maniera scorretta ??bohhhhhh, grazie per tutto quello che fai per noi Amici di Rosalba !
come sempre quello che scrivi è molto saggio e pieno di umanità, brava Rosalba il tuo gruppo è Unico persevera:)

Rispondi alla discussione

RSS

tornei AMICIDELBRIDGEONLINE

Fotografie

  • Aggiungi fotografie
  • Visualizza tutti

Info su

Rosalba ha creato questo network Ning.

© 2023   Creato da Rosalba.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio